La depilazione piace ai maschi

depilazione maschi uomini peliEstate? Guerra ai peli superflui! La depilazione è sempre più diffusa: vale infatti 88,3 milioni di euro il mercato italiano dei prodotti per questa pratica, tra creme, cerette e rasoi. Nonostante la contrazione dei consumi legata alla pandemia, il dato rilevato dal rapporto 2021 di Cosmetica Italia, l’associazione azionale delle imprese cosmetiche, appare notevole. Il trend riguarda sempre più spesso i maschi: secondo una recente indagine Eumetra, il 54 per cento degli uomini italiani tra i 18 e i 34 anni si depila abitualmente.

Beauty is a beard

Ti depili l’inguine? Fai più sesso

La stessa indagine rilevava come i maschi si depilino principalmente il petto, la schiena e, novità degli ultimi anni, il pube. La pratica ha infatti a che fare anche con la sessualità: uno studio condotto nel 2019 su più di 4400 soggetti di entrambi i sessi e pubblicato sul Journal of Sexual Medicine aveva rilevato dati interessanti circa l’abitudine di depilarsi i genitali. Dai dati emergeva infatti che chi rimuove i peli dalle “parti basse” – maschi ma anche femmine – fa mediamente più sesso.

L’influenza del porno

Inoltre c’è un’altra motivazione implicita che spinge alla depilazione intima: l’influenza della pornografia. «Nel cinema a luci rosse la finalità è originariamente pratica: mostrare meglio i genitali», mi ha spiegato Raffaella Ferrero Camoletto, sociologa della cultura all’Università di Torino. «Nel tempo però quella del porno ha iniziato a essere percepita come una forma di sessualità desiderabile, e ciò ha spinto molti a imitare quei corpi anche con la depilazione totale». L’idea sottostante è che senza peli pubici siamo più “adatti” a una sessualità libera, e dunque più accessibili agli incontri sessuali anche occasionali.

Vivere meglio la sessualità

Tutto ciò è confermato anche da un’altra ricerca, questa volta internazionale. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sexual Medicine e condotto nel 2019 da ricercatori belgi, svizzeri e britannici su più di 4400 soggetti di entrambi i sessi gli uomini si depilano il pube perché in questo modo sono più a loro agio quando ricevono sesso orale o perché lo ritengono più igienico (circa il 40 per cento degli intervistati in entrambi i casi) oppure perché il partner lo preferisce (quasi il 36 per cento). Anche le donne affermavano di depilarsi il pube perché si sentono meglio durante il sesso orale, nel 75 per cento dei casi, mentre quasi il 70 per cento diceva di sentirsi più femminile senza peli.

puntoesclamativoUna funzione evolutiva. Se da un lato la depilazione è una pratica sempre più diffusa, dall’altro siamo comunque attratti dal pelo. La ragione sta nel loro richiamo alla sessualità e al nostro passato “animale”. Non a caso la perdita del pelo corporeo avvenuta nel corso dell’evoluzione ha risparmiato quelli pubici, legati al ruolo dei feromoni secreti nell’accoppiamento: trattenendo più a lungo gli odori, i peli attorno ai genitali avrebbero la funzione di rendere più facile la ricerca del partner. È questo il motivo per cui sono ricci, maggiormente in grado di trattenere il sudore corporeo e dunque gli odori.

L’articolo completo su Airone, agosto 2022